INFRARED

Nell' estate del 1997 andai a Spilinbergo per frequentare un workshop fotografico diretto da Frank Dituri, allora professore di fotografia all'Università di New York. Mi insegnò ad usare la pellicola all'infrarosso. Una pellicola che a differenza delle altre pellicole normali, sensibili solo allo spettro del visibile, era sensibile anche alla fascia dell'infrarosso. Una pellicola che ho usato per oltre dieci anni. Frank Dituri, quando scoprì che abitavo a Lucca, mi indicò di rivolgermi ad un suo allievo, anche lui lucchese, un certo Ugo Conti. E così feci. Tornata a Lucca andai a bussare alla sua porta in via dei fossi. Ugo mi prese sotto le sue ali, come ha fatto in tanti anni con altri giovani fotografi lucchesi, facendomi impadronire dell'uso della pellicola all'infrarosso e poi anni dopo, mi introdusse all'uso del foro stenopeico.

In summer of 1997 I went to Spilinbergo to attend a photography workshop directed by Frank Dituri, a professor of photography at New York University. He taught me to use infrared film. A film that unlike the other normal films, only sensitive to the visible spectrum, was also sensitive to the infrared band. A film that I used for over ten years. Frank Dituri, when he discovered that I was living in Lucca, he pointed to appeal to one of his students, he also living in Lucca, a certain Ugo Conti. And so I did. Back in Lucca I knocked on his door in road ditches. He took me under his wings, as he did in many years with other young photographers, making use of infrared film to take possession and then years later, he introduced me the use of the pinhole.

Laura Gori © 1997-2002
loading